L’illustre autore dell’opera “l’Incompiuta” qualche secolo fa è passato sicuramente a Piglio imitato con solerzia fino ai nostri giorni dagli artisti che a Piglio non produssero musica ma opere pubbliche “incompiute”, iniziate con i fondi Regionali e/o Europei e mai ultimate.
La lentezza burocratica, insomma, è uno dei tratti salienti che caratterizza la pubblica amministrazione italiana tanto che “Striscia la Notizia” fa vedere ogni sera con successo ai telespettatori di Canale 5 tutte le opere iniziate e mai ultimate ed altre addirittura abbandonate facendo arrabbiare il mitico Antonio De Curtis alias Totò con quella simpatica espressione… “E io pago!!!”.
Abbandonato è il Centro Valorizzazione Territorio e Prodotti Tipici di via Anticolana sito nel territorio di Piglio che dopo l’ultimazione dei lavori è circondato da rovi e da sterpaglie. Sedici anni fa si diede inizio ad una gigantesca struttura che si affaccia sulla via Anticolana, proprio di fronte allo svincolo che porta a Piglio, denominata “Centro Valorizzazione Territorio e Prodotti Tipici”, di proprietà della XII Comunità Montana “Monti Ernici” di Veroli con finalità turistica, agricola, alberghiera e marketing.
Il Centro Valorizzazione Territorio e Prodotti Tipici di Piglio dotato di un’ampia superficie destinata a parcheggio, è circondato dai vigneti del Cesanese e zone verdi che, nelle intenzioni della Comunità Monti Ernici, di Veroli, dovranno costituire delle aree didattico- pedagogiche per studenti di ogni ordine e grado soddisfacendo le esigenze del mondo agricolo-turistico ed eno-gastronomico, anche in termini economici-occupazionali.
Nel marzo 2015 Vittorio Brumotti, inviato di “Striscia La Notizia”, visitò il Centro in quanto una gru e alcuni mezzi pesanti erano in azione per la demolizione di una consistente struttura per rendere i piani superiori autonomi.
Il Presidente della XII Comunità Montana “Monti Ernici Achille Bellucci aveva assicurato a Vittorio Brumotti che i lavori sarebbero terminati il 31 Luglio 2015 e in ogni caso, entro il termine stabilito la struttura sarebbe stata ultimata e, sarebbe stata avviata subito la gara per la gestione del Centro”.
Dal tempo di tali affermazioni del Presidente Bellucci sono passati ormai sei anni e per l’apertura del Centro cosa si aspetta?
Una soluzione ci sarebbe.
Visto che fino ad oggi, anche se la struttura è stata ultimata, nessun gestore si è fatto avanti per impegnarla alle finalità di cui si era promessa, il Centro Valorizzazione Territorio e Prodotti Tipici potrebbe diventare un ostello per accogliere i giovani da tutto il mondo terminata la pandemia.
“Itinerario Giovani è un progetto in cui crediamo molto – afferma il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – perché è un’operazione che coniuga due obiettivi fondamentali della nostra amministrazione: la valorizzazione del patrimonio presente sul territorio regionale e il coinvolgimento dei giovani.
Solo partendo dalle nuove generazioni, ascoltando e mettendo in pratica i loro progetti, possiamo produrre un cambiamento reale e rivitalizzare luoghi dismessi con attività che sono in grado di parlare la lingua del futuro”.
La nuova struttura di via Anticolana potrà offrire presto non solo servizi ricettivi ma anche attività di promozione culturale e territoriale con il coinvolgimento delle organizzazioni giovanili in grado di operare anche come centro culturale e ricreativo.
Giorgio Alessandro Pacetti
Comunicato stampa