Aggredisce il padre con un coltello. Scatta l’arresto

San Giorgio a Liri. 27enne aggredisce il padre con un coltello. Arrestato dai Carabinieri.

Una triste storia di violenza famigliare quella che vede coinvolto un giovane 27enne e il padre 66enne. Proprio quest’ultimo ha denunciato il figlio a causa di un’aggressione avvenuta lungo la via Anticolana. L’uomo avrebbe riferito di essere stato minacciato dal ragazzo, armato di coltello da cucina prelevato da un ristorante della zona, il quale si sarebbe poi dato alla fuga.

Raggiunto dai soccorsi il genitore ha rifiutato le cure, riferendo che l’aggressione sarebbe stata causata da futili motivi, legati probabilmente ad un disagio vissuto dal figlio.

Maltratta per anni i genitori. Emesso un provvedimento contro un 52enne

Maltratta per anni i genitori. Emesso un provvedimento contro un 52enne

L’episodio serale ha avuto esito il giorno successivo, quando i Carabinieri hanno rintracciato il fuggitivo. Raggiunto dagli agenti il giovane avrebbe posto loro una strenua resistenza, giungendo persino a colpirli con spinte, calci e pugni. Le forze dell’ordine hanno fatto, dunque, ricorso all’uso del taser in dotazione.

Il ragazzo, dopo un primo controllo del suo stato di salute a seguito dell’immobilizzazione tramite taser, è stato condotto all’ospedale di Frosinone, dove è stato ricoverato a causa del forte stato di alterazione mentale. Delle cure hanno usufruito anche gli agenti, feriti lievemente.

Al termine delle procedure l’aggressore è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale.